Testimonianze reali di persone verificabili tramite profilo Facebook

“L’Arte deve iniziare con consapevolezza e terminare nell’inconscio” 

                                                                 Friedrich Schelling

Friedrich Wilhelm Joseph von Schelling (1775 – 1854), filosofo tedesco

 

Questo è quello che l’artista Luciana Parco trasmette nei suoi dipinti. Colori, sensazioni, incredibile armonia.

Ricordando i più grandi autori.

Elena Carli

Insegnante di pittura e Artista

Tra le mani di Luciana il pennello si fa stelo di fiori e sembra che petali colorati piovano
sulla tela descrivendo immagini lucenti, profumate e variopinte: le sfaccettature della sua anima.
Le sensazioni della pittrice si susseguono, si rincorrono, si accavallano, prendono tonalità e
significato; un senso di futuri sempre innovativi, a volte quieti e a volte pirotecnici, pervade ogni
sua tela.
“Tramonto infuocato”, “sera argentata” e “notte di luna” indicano il trascorrere del tempo che Lulù
lascia alle spalle senza malinconia ma guardando il divenire con le “trasparenze” dei sogni che non
fanno perdere di vista la realtà oltrepassando le semplici chimere.
E allora il quadro diventa poesia ed ogni successiva parola fa rima con quella precedente, seppur
diversa; perché il passato non va dimenticato ma deve essere spunto per credere ancora, per
cambiare in meglio, per acquisire nuove prospettive, nuove tonalità di “colori in tempesta” e un
altro “arcobaleno”.

 

Opere dell’autore attualmente pubblicate: “Va a finire che me lo cresco” e “Ricordo del futuro”

 

 

Raffaele Nicolella

Scrittore